Perché assumere un organizzatore per il giorno del sì…

RSS
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://wp.annalisaeventiunici.it/blog/2017/11/26/190/
Pinterest
Pinterest
Instagram

Perché assumere un wedding planner? Perché il wedding planner…

… fa una ricerca continua di tutte le novità, i temporary shop, dei nuovi negozi e fornitori sul mercato, spesso più economici, ed sempre aggiornato sugli operatori che non mantengono alti gli standard. Tutto quello che per gli sposi è nuovo, per il wedding planner è già conosciuto, rodato e gestibile.

… fa risparmiare tempo e denaro, il wedding planner apparentemente costa tanto ma lavora per voi per diversi mesi e tutti i giorni, sa quanto vale un operatore, chi può farvi un buon prezzo o un buono sconto, non dimentica nessun dettaglio. Non rinunciare a nulla per il giorno del sì è davvero impagabile.

…vi evita lo stress dell’organizzazione, ogni aspetto del matrimonio è importante, per la bomboniera bisogno cercare, trovare il prezzo migliore, la scatola, il sacchetto porta confetti, i nastri e il bigliettino da coordinare, portare l’acconto, il saldo, la consegna (ovviamente siete voi ad andare nei negozi e non il contrario) e infine  l’assembraggio… è già stressante leggere l’iter, sicuramente è molto più comodo farvi portare una cerchia ristretta di immagini e cataloghi di oggetti che rispettano i vostri gusti e poi ricevere una foto con le bomboniere giù assemblate su whatsapp. Ovviamente questo discorso si può applicare ad ogni singola parte dell’organizzazione.

… il catering o il fioraio o il calligrafo non possono essere in contatto con voi 7 giorni su 7, prima delle 8 del mattino o dopo le 20, il wedding planner si, fa parte del lavoro e anche se gli sposi possono concentrarsi sull’organizzazione solo la domenica alle 8 la retribuzione non cambia, l’organizzatore sa che deve dedicare una specifica fascia oraria per alcuni mesi.

… fa si che siate i protagonisti della vostra giornata, la sposa, lo sposo, i genitori e i migliori amici devono godersi la giornata e non parlare con il maître di sala, controllare la torta prima dell’uscita, incrociare le dita perché durante la cerimonia i fiori siano allestiti per bene al centro dei tavoli in sala, dover chiedere all’animatore di rimanere ancora un’ora per poi doverlo pagare e farsi fare la fattura (il tutto in abito da principessa), è il vostro giorno e non occuparsi di queste cose lo renderà perfetto.

gestisce i soldi, non lo fanno tutti gli organizzatori ma dovrebbe essere naturale. Se gli i futuri sposi si affidano a un professionista perché  non hanno tempo non ha senso farli impazzire tra location, operatori e fornitori per gli acconti e i saldi e non è bello che lo facciano il giorno stesso del matrimonio.

… capisce o ha l’onestà di farvi capire quando lo sconto è reale e non un espediente truffaldino che fa aumentare il cachet di un operatore per poi abbassarlo.

… si prende la colpa, può sembrare banale ma è difficile dire no a una sorella con una grafia molto buona ma non eccellente, a suoceri invadenti, a richieste fatte con il cuore ma non in tema con l’organizzazione del vostro grande evento, è il vostro giorno e dovete fare quello che sognate senza compromessi.

Un bravo wedding planner fa tantissime altre cose, dall’ideazione di un vero e proprio spettacolo con scenografie e allestimenti da favola, alla soffiata sugli scherzi da parte degli amici che potrebbero non essere graditi. Gestisce, consiglia, progetta, e se sentite un’affinità, se non vedete davanti a voi una maestrina o una mamma o un professionista troppo freddo ma una persona positiva che vi dà fiducia ed è entusiasta quanto voi del vostro matrimonio allora siete davanti all’organizzatore giusto!

 

RSS
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://wp.annalisaeventiunici.it/blog/2017/11/26/190/
Pinterest
Pinterest
Instagram